PROCHIMA DURALOID AL-30 2.0 – TRASPARENTE Kg.1 resina epossidica ATOSSICA

29,80  N/A

4 disponibili

Categoria:

Descrizione

duraloid AL-30 2.0 è uno smalto epossidico bicomponente, vetrificante, lucido ad alta tenuta all’ingiallimento.
E’ caratterizzato da un’elevanta trasparenza a patto però di non realizzare spessore superiori ad 1 mm, pena la comparsa di opacità prima ed effetto lattiginoso poi.

 

duraloid AL-30 2.0 è certificato per il contatto permanente con tutti gli alimenti a temperature inferiori a 40°C e temporanee fino a 70°C, ai sensi del Regolamento Europeo 10/2011.
Resiste bene anche al lavaggio in lavastoviglie a temperature non superiori a 80°C.
Può essere applicato su vari materiali, come legno, metallo, terracotta, gesso ed anche sul polistirolo; inoltre il prodotto non rimuove decorazioni eseguite con colori all’acqua o acrilici.
 
duraloid AL-30 contiene un additivo distendente per evitare schivature e migliorare l’aspetto superficiale e un agente tixotropico che riduce la tendenza a colature nell’applicazione in verticale.

 

Caratteristiche:

  • Certificato per contatto permanente con tutti gli alimenti, in conformità con il Regolamento Europeo 10/2011.
  • Formazione strato compatto, duro e di superficie brillante con elevate doti di aderenza e flessibilità che gli consentono di accompagnare le dilatazioni e deformazioni del supporto a cui è stato applicato.
  • Eccellente resistenza alle sollecitazioni meccaniche, come abrasioni e impatto, ed è inattaccabile da sostanze corrosive in genere, soluzioni acide, alcali, grassi ed oli.

 

Istruzioni:

1) Campi d’impiego
Si utilizza principalmente nella vetrificatura di superficie destinate a venire a contatto permanente con alimenti, quali serbatoio e vasche ma anche manufatti come taglieri in legno, bicchieri, piatti, ciotole.
Dopo l’indurimento la superficie risulta lucida, con aspetto vetroso, ed ha elevata resistenza agli urti al graffio e all’ingiallimento.
Può essere efficacemente usata anche per vetrificare superficie che non necessitano dell’idoneità al contatto alimentare come manufatti nel settore artistico, dell’artigianato e della bigiotteria.
Come tutti gli epossidici ha un’alta resistenza agli agenti chimici basici e acidi.
2) Preparazione delle superficie
Le superficie vanno sgrassate e carteggiate e/o sabbiate, comprese quelle realizzate 3-4 o più giorni prima con lo stesso DURALOID AL-30 2.0.
Non è necessaria una ruvidità grossolana ma è sufficiente creare opacità.
3) Preparazione del prodotto
Pesare esattamente le quantità stechiometriche (100 parti di componente A e 33 parti di componente B) mescolare bene, raschiando anche le pareti ed il fondo del contenitore, fino a quando la mescola non è omogenea.
ATTENZIONE: non mettere più componente B del necessario, con l’infondato intento di accelerare la reazione, perché le capacità meccaniche finali del rivestimento sarebbero compromesse.
4) Applicazione
La particolare viscosità del prodotto è studiata per consentire l’applicazione con pennello o con rullo a pelo corto tipo “moair”, senza la necessità di alcuna diluizione per temperature di 25°C, ed ottenere, a terra e a parete, in 1 mano i circa 330 μm di spessore consigliato.
A temperature inferiori è consigliata una diluizione con:
– 2-5% di ECOSOLV 220 per applicazioni su polistirolo e pavimentazioni e/o rivestimenti
– 2-5% di ALCOL ETILICO PURO, per ottenere rivestimenti che andranno a contatto con alimenti.
Per applicare DURALOID AL-30 2.0 a spruzzo, dipendentemente dal sistema usato (pressione e diametro dell’ugello) la diluizione può arrivare anche al 10% circa.
A 25°C, non far passare più di 24 ore tra due applicazioni successive.
(per ulteriori informazioni richiedere scheda tecnica)

Informazioni aggiuntive

MPN

Marca

Paese di fabbricazione